Deposito titoli PIR Unicredit, le informazioni principali

I PIR, o Piani Individuali di Risparmio, rappresentano certamente una delle più interessanti novità di investimento del 2017 e, salvo sorprese, dovrebbero confermare il proprio appeal anche nel corso del nuovo anno. Ma di cosa si tratta? E come sono regolati i PIR Unicredit?

Iniziamo con il ricordare che per poter qualificare l’investimento nei PIR è necessario che il Piano sia costituito per almeno il 70% da investimenti destinati a strumenti finanziari emessi da imprese italiane, oppure da imprese europee, con una stabile organizzazione in Italia.

Tutti sui piani risparmio individuali di Unicredit

Peraltro, di questo 70% come sopra individuato, almeno il 30% (e dunque, almeno il 21% del totale del Piano Individuale di Risparmio), dovrà essere rappresentato da strumenti emessi da società che non sono comprese all’interno di indici ad elevata capitalizzazione (FTSE MIB o equivalenti di altri mercati regolamentati).

Leggi anche: Pir in Italia

Sul deposito titoli PIR Unicredit

Per quanto concerne il deposito titoli PIR Unicredit, il rapporto può essere aperto esclusivamente da persone fisiche che abbiano la loro residenza fiscale in Italia, e solo relativamente agli investimenti effettuati al di fuori dell’esercizio di un’eventuale attività imprenditoriale.

Viene inoltre previsto che ogni persona fisica possa essere titolare di un solo PIR alla volta, e che gli investimenti possano giungere fino ad un massimo di 30.000 euro all’anno (solare) e per un totale complessivo di 150.000 euro.

Inoltre, per poter beneficiare dell’agevolazione fiscale sui rendimenti determinati dal PIR, sarà necessario mantenere il possesso degli strumenti finanziari per una durata di almeno 5 anni. Successivamente a questo periodo, gli strumenti finanziari presenti nel piano potranno essere dismessi in ogni momento senza l’applicazione dell’ordinario prelievo fiscale (che è oggi pari al 26%).

Ricordato ciò, non possiamo non sottolineare come una delle soluzioni Unicredit per poter permettere l’accesso al PIR da parte dei propri clienti sia il Pioneer Risparmio Italia, un fondo aperto istituito da Pioneer Investment Management SGR, con una politica di investimento coerente con i vincoli previsti per i PIR, visto e considerato che impiega almeno il 21% sul segmento delle piccole-medie imprese italiane ad alto potenziale e la parte restante in titoli obbligazionari corporate e governativi.

Si tratta dunque di un buon strumento che vi consigliamo di valutare nelle vostre esplorazioni di ricerca di nuove iniziative di risparmio e di investimento, e che – a patto di mantenere un obiettivo temporale di medio lungo respiro – vi permetterà di disporre di ottimi vantaggi di natura fiscale! Per ulteriori informazioni consultare la sezione investimenti e risparmio sul sito Unicredit.

 

 

Comments (No)

Leave a Reply