Robo advisor CheBanca: conoscere Yellow Advice

Non tutti sanno che CheBanca, l’istituto di credito di gruppo Mediobanca, ha da tempo lanciato un nuovo servizio di consulenza finanziaria personalizzata, basata su portafogli modelli. Denominato Yellow Advice, è il vero e proprio robo advisor CheBanca, ed è un servizio che – focalizzato principalmente sui fondi comuni, selezionati sulla base di un processo di screening interno sulle migliaia di disponibili – potrebbe risultare utilità nei confronti di tutte quelle persone che sono alla ricerca di una migliore allocazione dei propri fondi, sulla base delle proprie caratteristiche di risparmio e di investimento. Ma come funziona?

Robo advisor CheBanca tutto quello che dovete sapere su Yellow Advice

Come funziona Yellow Advice

Il funzionamento del robo advisor CheBanca non si discosta più di tanto dagli altri servizi di consulenza finanziaria personalizzata. Yellow Advice permette infatti al proprio cliente di scegliere gli obiettivi di investimento (tra la crescita del capitale e l’integrazione del reddito): ad ogni obiettivo verrà quindi associato un portafoglio ideale tra le decine di diverse proposte, costruite e monitorate dal comitato investimenti attraverso un algoritmo che combina la propensione al rischio, l’orizzonte temporale di riferimento e le finalità.

I portafoglio-modello vengono rivisti periodicamente ogni tre mesi, salvo i casi in cui le condizioni di mercato non richiedano un ribilanciamento più frequente. L’investimento non è però automatico: trattandosi di un regime di pura consulenza, tutte le operazioni di acquisto e di vendita che sono suggerite dal robo advisor devono poi essere autorizzate e confermate dal cliente, in autonomia o con l’aiuto di un operatore, in filiale o in modalità remota.

Quanto costa il robo advisor CheBanca

Il servizio del robo advisor CheBanca ha un costo di 0,3% sugli importi investiti, con un tetto massimo di 2.000 euro. In cambio, oltre alla predisposizione e al monitoraggio dei portafogli – modello, anche la possibilità di disporre del supporto del gestore e di un sistema di reportistica con periodicità settimanale.

Leggi anche: il Conto Zero Spese di CheBanca

Particolarmente interessante è la soglia minima di accesso al servizio, che risulta essere pari a soli 20 mila euro, aprendo pertanto questo innovativo servizio di consulenza finanziaria a tutti i risparmiatori che hanno masse da investire moderate. Un bacino che dalle parti di CheBanca hanno stimato essere piuttosto ampio, visto e considerato che l’istituto ha calcolato che ben il 13,8% di chi utilizza una piattaforma di digital banking ha già un conto titoli, per ragioni personali o famigliari. In tutto, 2,3 milioni di individui, la metà della quale gestisce un portafoglio online…

Che ne pensi?